Giornata internazionale della lingua madre

Il 21 febbraio 1952 un gruppo di studenti bengalesi dell’Università di Dacca, durante le proteste per il riconoscimento del bengalese come lingua ufficiale, viene ucciso dalla polizia pakistana. All’epoca, infatti, il Bangladesh faceva parte del Pakistan.

In loro memoria, nel 1999 il Bangladesh propone alla Conferenza generale dell’UNESCO di istituire proprio per il 21 febbraio la GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LINGUA MADRE

Ogni anno nel nostro Centro interculturale Miguelim festeggiamo la lingua madre e il pluralismo linguistico con la scuola di canto, lingua e danza bengalese Sanchari Sangeetayan insieme a gruppi musicali composti da persone di diverse nazionalità.

Quest’anno non ci è stato possibile farlo e abbiamo voluto realizzare questo video per ribadire l’importanza di mantenere viva in un paese straniero la propria lingua, la lingua degli affetti, la lingua del cuore.

CLICCA SULL’IMMAGINE E GUARDA IL VIDEO

Sosteniamo da sempre l’importanza di mantenere la pluralità linguistica, la lingua madre, fonte di ricchezza anche per chi sta apprendendo una nuova lingua in un paese straniero.

I corsi di canto, lingua e danza bengalese e il corso di arabo per bambini, infatti, costituiscono ormai una parte fondamentale delle nostre azioni associative.